di Lorenzo Ciravegna

Sempre più spesso le persone si spostano tra i Paesi dell’ Unione Europea per lavoro o per vacanza.

E’ quindi molto importante disporre di un numero valido in tutta Europa per chiedere soccorso in caso di necessità.  Il 112 (uno-uno-due), è il numero di emergenza Unico Europeo ed è attivo in tutti gli stati europei.

In Europa l’uso del numero 112 era già raccomandato nel 1976 dalla CEPT (Conferenza Europea delle amministrazioni delle Poste e delle Telecomunicazioni) mentre la decisione di istituire definitivamente un numero unico per tutta l’UE risale al 1991.

Tredici  anni dopo ovvero nel 2004, l’Unione Europea ha deciso che entro il 2008, il NUE 112 avrebbe dovuto essere esteso a tutti i Paesi membri dell’UE, i quali si sono adeguati praticamente subito alla normativa tranne l’Italia che venne minacciata dall’UE di ricevere sanzioni onerosissime, nel caso non avessero adottato misure sperimentali.

Nel 2008 solo il 22% della popolazione europea sapeva  del numero unico di emergenza; allo scopo di aumentare la consapevolezza sul 112, nel 2009 la Commissione europea, il Parlamento europeo e il consiglio dell’Unione Europea hanno firmato una risoluzione che ha istituito l’11 febbraio  la “Giornata europea del 112”.

Nel 20 Gennaio 2016 il consiglio dei ministri ha approvato il decreto attuativo per l’introduzione in Italia del NUE.

Attualmente in Italia si è adottata la centrale unica di emergenza, il  PSAP di I livello (Public-Safety Answering Point), quindi la centrale risponde le a tutte le chiamate dirette al 112, indirizzandole dopo la localizzazione del chiamante ed una breve intervista, al PSAP di II livello (pubblica sicurezza, vigili del fuoco o emergenza sanitaria) più adatto alla situazione. Inoltre la centrale unica di emergenza interviene anche componendo qualsiasi numero di emergenza (112, 113, 115, 118 e anche l’americano 911) il cittadino entra in contatto con l’operatore della Centrale unica di emergenza 112,

L’emergenza epidemiologica, che stiamo vivendo, definita dall’OMS Pandemia, ha sicuramente aumentato il numero di chiamate,  quindi come ulteriore ausilio ogni Regione  Italiana  ha creato un numero verde,  per informazioni consultare http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioContenutiNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=5364&area=nuovoCoronavirus&menu=vuoto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *