Il Motorola DynaTAC 8000X

 Di Ermanno Eandi

Sembra un articolo preistorico, ma in realtà ha meno di 40 anni, ed è il capostipite di tutti i telefonini.

Il Motorola DynaTAC 8000X (DYNamic Adaptive Total Area Coverage) è stato il primo telefono cellulare della storia, fu presentato il 6 marzo del 1983 e un anno dopo ci fu la sua prima vendita.

Il prezzo era estremamente elevato, costava  3995 $ (equivalenti a 9000 del giorno d’oggi), la batteria durava 30 minuti e aveva un tempo di ricarica di 10 ore e pesava 1130 grammi. Per le sue dimensioni venne chiamato the Brick” cioè “il mattone”.

Ma come è nato il primo telefono portatile?

Photo by Best DSC!

Il progetto parte da lontano, era il 1973 quando Martin Cooper, manager della Motorola, ipotizzò di produrre un telefono portatile.

La telefonia mobile era ai primi passi, c’erano già dei telefoni ma sembravano delle grosse valigette ed erano prevalentemente montati sulle auto.

Così il nostro manager telefonò a Rudy Krolopp, un genialoide, dicendogli «Devi  sviluppare un progetto  per un telefono da portare a spasso. Senza fili. Hai sei settimane  di tempo”

E fu così che il 21 settembre 1987 Martin Cooper fece la prima telefonata con un telefono cellulare, beffardamente chiamò Joel Engel, capo-dipartimento dei laboratori Bell i suoi concorrenti, gli ingegneri della Bell,  da molto tempo cercavano di realizzare un telefono simile e che comunque avevano già creato in America il primo network per la telefonia mobile, il sistema AMPS (utilizzato dai veicolari e dai telefoni “trasportabili” a valigetta).

Sin dal primo giorno fu un trionfo assoluto che ha rivoluzionato il mondo della comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *