Un importantissimo appuntamento su Innovazione, Sviluppo, Sostenibilità. 25,26,27,28 settembre

Di: Galgano Palaferri

Torino Capitale del Lavoro per 4 giorni, dove si sono dati convegno imprenditori,  esperti di diritto del lavoro, operatori, giovani. Alla ricerca di nuove opportunità di lavoro, di crescita, di fare impresa, sfruttando l’innovazione e la tecnologia.

E’ una grande alba. In questi ultimi giorni abbiamo avuto un’impennata di richieste per partecipare ai vari meeting, almeno cento al giorno. Siamo soddisfatti perché vogliamo che la gente venga per ascoltare idee sul mondo del lavoro e applicarle. L’idea degli Stati Generali Mondo del Lavoro nasce da una mia convinzione maturata in oltre 30 anni di attività professionale nella direzione delle risorse umane – spiega Pier Carlo Barberis, fondatore dell’evento – Per migliorare il mondo del lavoro e per renderlo innovativo e sostenibile, bisogna coniugare tradizione e innovazione. Come realizzare il giusto mix? Creando un momento in cui facciamo incontrare best practices che arrivano da lontano con metodologie e idee innovative. A Torino sono nate tante cose e proprio da questa città potrebbe partire una positiva contaminazione tra esperienza e innovazione nel mondo del lavoro”. Così Pier Carlo Barberis, promotore  degli Stati Generali del mondo del lavoro, nella nostra Torino, che si concluderà   sabato 28, giorni molto pieni, a Torino, con ben 33 eventi, 80 speaker, Istituzioni, multinazionali e PMI, imprenditori, manager,11 location, dal Lingotto Fiere al Piccolo Regio, ai Musei del Risorgimento e dell’Automobile, alla Sala Copernico, alla Fondazione Sandretto Rebaudengo, al Centro Congressi Unione Industriale, al Palazzo della Luce.

Per Sonia Schellino, vicesindaco di Torino, che  ha presentato gli stati Generali del Lavoro, in rappresentanza del Sindaco Chiara Appendino, : “Le città hanno bisogno di strategie per accompagnare lo sviluppo e anticipare il futuro in modo tale da creare opportunità di lavoro e benessere sociale. Ha un senso ospitare a Torino questo evento, perché più di altre città ha saputo affrontare le crisi, adattarsi e ricostruire un percorso per il futuro”.


A inaugurare la  kermesse, il “Job Meeting” al Pala Ruffini, nella giornata di ieri, che ha offerto a oltre 2mila persone la possibilità di incontrare 60 aziende e partecipare alle selezioni per il personale, attualmente attive. Tre le parole chiave degli Stati Generali, innovazione, sviluppo e sostenibilità. Si parla di welfare, ricadute occupazionali dei grandi eventi, etica e felicità nel lavoro, con un programma dedicato alle donne e un focus alle start up che stanno portando innovazione nella gestione delle risorse umane e molto altro ancora, con programma davvero ricchissimo.

Ai vari incontri, tutti aperti al pubblico, è possibile prenotarsi direttamente sul sito www.statigeneralimondodellavoro.it, dove sarà anche possibile consultare il programma completo dei lavori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *