Di Lorenzo Ciravegna

Nel corso dell’anno 2019 l’impegno dei Carabinieri forestali nella difesa degli ecosistemi naturali, del territorio e del paesaggio della Regione Piemonte è stato elevato.

L’attività ha riguardato numerosi settori tra i quali la tutela del territorio, la tutela della  flora e della fauna, l’attività investigativa sugli incendi boschivi e i controlli sulla gestione dei rifiuti.

La tutela del territorio ha riguardato gli illeciti edilizi, urbanistici e paesaggistici commessi ai danni di aree vincolate; in questo settore sono stati effettuati circa 16.000 controlli che hanno portato alla denuncia di circa 200 persone. I controlli nell’ambito della tutela della flora e della fauna sono stati circa 4.400 con attività di contrasto al bracconaggio che ha portato alla denuncia di 71 persone; mentre il contrasto dell’attività di gestione illecita dei rifiuti e lo smaltimento illecito degli stessi, ha riguardato sia gli aspetti relativi alla gestione illecita di rilevanza penale, che l’abbandono incontrollato degli stessi; dal punto di vista amministrativo nel corso dell’anno sono stati effettuati 4.166 controlli che hanno portato alla denuncia di 308 persone.

Nel settore degli incendi boschivi è stata svolta sia attività di prevenzione che di contrasto con attività di polizia giudiziaria finalizzata all’individuazione dei responsabili degli incendi, nonché effettuazione dei rilievi delle aree percorse da fuoco e la loro georeferenziazione (159 perimetrazioni di incendi boschivi). In totale sono stati effettuati circa 1.100 controlli e sono state elevate 275 sanzioni per accensione fuochi per un totale di 75.114 euro oltre alla denuncia di 32 persone per incendi boschivi dolosi e colposi. 

Inoltre è stata svolta un importante attività di prevenzione e vigilanza nelle aree protette regionali e nei territori della Rete Natura 2000 (Siti di Importanza Comunitaria, Zone Speciali di Conservazione e Zone di Protezione Speciale).

Un ulteriore importante servizio svolto, dalle stazioni C.C. Forestali montane sotto il coordinamento del tenente colonnello Stefano Gerbaldo è il Meteomont, ovvero un applicazione sviluppata in collaborazione con il Comando Truppe Alpine e il Servizio Meteorologico dell’Aereonautica Militare che si occupa dell’emissione giornaliera di un bollettino, che riguarda l’intero territorio regionale e ha come obiettivo la prevenzione e la previsione del pericolo valanghe; a riguardo segnaliamo ai fruitori della montagna di scaricare sul proprio smartphone l’applicazione “Meteomont”, per potersi divertire in montagna ma sempre in sicurezza, consultando il bollettino giornaliero di pericolo valanghe; l’app è gratuita ed è strutturata per supportare le esigenze di diversi utenti, dai meno esperti a quelli più esperti ed addetti ai lavori, dallo sciatore in pista a quello escursionista fuori pista, dal rilevatore al previsore o addetto al servizio di protezione civile.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *