Solo in Piemonte stop per ambulanti non alimentari, bar e ristoranti

Di Ermanno Eandi

Finalmente calano i contagi e per fortuna anche i decessi, la fase due incombe, i negozi si riaprono e si ricomincia a vivere ma sempre con le dovute precauzioni perché il Covid-19 è sempre in agguato.

In Italia

Riaprono da lunedì 18 maggio ristoranti, bar, pizzerie, pub, parrucchieri, estetisti, negozi, ma anche musei e le chiese per la messa. Nessun limite per gli spostamenti delle persone nella stessa regione: non servirà più l’autocertificazione. Sì agli incontri non solo tra parenti e fidanzati, ma anche tra gli amici. Fino al 2 giugno restano invece vietati gli spostamenti tra regioni.. Dal 25 maggio, riapriranno, poi, palestre e centri sportivi. Dal 15 giugno i teatri e i cinema.riaprono i

In Piemonte

Le riaperture in Piemonte saranno scaglionate, perché come sostiene Alberto Cirio, il presidente della Regione,: “Dobbiamo pazientare ancora un pochino, perché vogliamo aprire tutto, ma soprattutto aprire per sempre”

Infatti in Piemonte i  banchi del mercato non alimentari torneranno ad esporre la loro merce il 20 maggio, mentre i Bar, i Ristoranti e le pasticcerie potranno accogliere i loro clienti da sabato 23 maggio.

Per la gioia delle signore da lunedì riapriranno i commercianti al dettaglio compresi quelli  l’abbigliamento e le calzature, i parrucchieri e gli estetisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *