italia germania

Di: Galgano Palaferri

Era un mercoledì di 50 anni fa, un mercoledì che rimarrà alla storia degli annali del calcio e non solo. Al termine di una partita da cardiopalma, una partita unica e irripetibile, l’Italia batteva la Germania 4 – 3 ed andava in finale contro il Brasile. “Partite del genere, ebbe a scrivere Gualtiero Zanetti, “per noi italiani è un fatto inconsueto, al punto che nessuno può dire di averne vista una uguale, oppure di sperare di vederne una identica”. Eh, sì, aveva proprio ragione. Un 4-3 memorabile, interminabile, una vittoria ai supplementari grazie al goal definitivo di Gianni Rivera, uno dei giocatori più grandi che l’Italia abbia mai avuto, colonna rossonera, passato alla storia, che ha ispirato film, libri, commedie, un ricordo indelebile per una intera generazione. E che oggi è giusto ricordare e tramandare.


Quella notte andò in onda in mondovisione, più che una partita, “La Partita”, come scrissero i messicani nella targa apposta allo stadio, due intere n azioni, e no solo, davanti alla TV. Quella notte all’Azteca trionfò l’epica del calcio mentre a 10 mila km a Est un Paese, l’Italia, riscopriva l’orgoglio nazionale.

Anche chi non è appassionato di calcio imparare a memoria l’azione che al 111′ di un interminabile duello ha consentito a Gianni Rivera di realizzare la rete decisiva. Undici passaggi azzurri, Boninsegna centra da sinistra per Rivera che piazza il pallone con un rasoterra chirurgico e coglie in contro tempo il portiere tedesco Sepp Maier. Cala il sipario e dopo 2 ore di emozioni, l’Italia torna in finale ai Mondiali dopo 32 anni e sfida il Brasile. Contro Pelé, però, niente da fare. La Selecao vince 4-1.  Per i miracoli, non eravamo ancora attrezzati. E comunque contro il Brasile, raramente si può anche solo pensare di potercela fare. Loro non sono umani, loro sono alieni.
Ma ricordiamo il tabellino, di quella incredibile partita che diverrà poi la Partita del Secolo:
Boninsegna 8′ pt, Schellinger 45′ pt, Muller 4’pts, Riva 14‘ pts, Muller 5′ sts, Rivera 6′ sts.
E, ricordiamo anche quella fantastica squadra: Albertosi, Burgnich, Facchetti, Bertini, Rosato (1 pts Poletti), Cera, Domenghini, Mazzola (1 st Rivera), Boninsegna, De Sisti, Riva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *