Di Ermanno Eandi

Ecco un’eccellenza italiana che ci rende orgogliosi, da sempre nel mondo il caffè italiano è rinomato e pregiato e non ci stupisce che  mercoledì 27 febbraio, presso l’Hotel Hermitage di Montecarlo, alla presenza del Principe Alberto II e dello sceicco Abdallah Ben Zayed Al Nahhyan, si è tenuto il galà di presentazione del Pavillon de Monaco per Expo Dubai 2020 e, per la terza volta consecutiva, Costadoro è stata scelta dal Principato di Monaco come partner ufficiale per la fornitura di caffè all’interno del padiglione del Principato.

Al galà hanno presenziato i due Amministratori Delegati  di Costadoro Giulio Trombetta e Stefano Abbo e l’Export Manager Michele Manzin. Un successo che consolida quelli di  Expo 2015 a Milano e di Expo 2017 ad Astana, in Kazakistan.

La Costadoro, è nata nel 1890 a Torino,  produce caffè tostato per il settore dei pubblici esercizi e rappresenta oggi una delle più fiorenti realtà industriali del nord Italia. Con oltre 150 milioni di tazzine servite all’anno ha una connotazione mondiale di primo piano essendo presente in oltre 30 Paesi (circa il 42% della quantità di caffè tostato all’anno è destinato a mercati esteri).

 Grazie all’attenzione e alla cura impiegata nella produzione del caffè l’azienda si è guadagnata un ruolo di primordine sul mercato internazionale e oggi il marchio Costadoro è un punto di riferimento fondamentale nella diffusione della cultura del caffè espresso italiano nel mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *