Giornata dedicata alle nuove idee e strategie digitali con cui oggi imprese e istituzioni raggiungono il consumatore finale

Di Ermanno Eandi

La vendita dei prodotti on-line è ormai una irrinunciabile realtà per buona parte delle aziende, avere il proprio web store è simbolo di lungimiranza ed efficacia di quasi tutte le reti vendita.

Detto questo, è di fondamentale importanza incontrare i professionisti del settore, confrontarsi e migliorare la propria realtà imprenditoriale.

Proprio per favorire questi scambi di opinioni , Jusan Network (web agency specializzata nell’ecommerce e nella comunicazione digitale), organizza per il nono anno l’Ecommerce Day, una giornata in cui manager, imprenditori e amministratori delegati dialogano sul nuovo ecosistema digitale e sulle dinamiche che lo caratterizzano, con un focus sullo studio delle abitudini del consumatore moderno.

L’evento si terrà giovedì 3 ottobre, presso il Palazzo del Ghiaccio di Milano (via Giovanni Battista Piranesi, 14), dalle ore 9 alle 18.

Le domande sono molte, per un futuro che preme.

Che cosa succede ai negozi fisici di fronte agli store online? In che modo i canali social possono essere sfruttati per vendere di più? Che cosa cercano i consumatori finali? Quale trasformazione devono attuare i brand per raggiungere i nuovi consumatori, cioè i cosiddetti Millennials e la Generazione Z? In che modo le criptovalute incidono sulle modalità di acquisto? Questi sono solo alcuni dei quesiti cui si cercherà di rispondere durante l’EcommerceDay, nato come occasione di confronto che attraverso conferenze, workshop e tavole rotonde si pone l’obiettivo di condividere strategie e case history di successo con cui ispirare e motivare i professionisti di domani.

“Fino a pochi anni fa essere esperti in ambito digital era un vantaggio competitivo, oggi è il requisito minimo e indispensabile per chiunque voglia misurarsi con il mercato – dichiara Samuele Camatari, CEO Jusan Network e ideatore di EcommerceDay. Il successo delle imprese, infatti, si baserà sulla loro capacità di padroneggiare le tecnologie a disposizione del consumatore, che consentono di anticipare i suoi desideri e creare esperienze sempre più personalizzate e relazioni one-to-one”.

Il successo dell’EcommerceDay, che in otto edizioni ha visto la presenza di +3100 partecipanti, 155 speakers, +200 brand e istituzioni, +4 milioni di interazioni online e offline, consiste nel fatto che per ciascuna edizione si è scelto di dare un tema attorno a cui interrogarsi e portare esempi di strategie vincenti. Per l’appuntamento del prossimo 3 ottobre il focus è stato posto sui settori del Luxury e del Fashion, punto di forza dell’economia italiana: 26 delle 100 più importanti aziende del lusso sono italiane, per un fatturato complessivo vicino a 1,3 miliardi di dollari. Se è vero che ogni giorno le maison della moda producono capi di abbigliamento e accessori che vengono esportati in tutto il mondo, è anche vero che queste stesse maison sono quelle che oggi hanno dovuto introdurre i maggiori cambiamenti percontinuare a raggiungere e anticipare il consumatore finale. Perché è un consumatore “moderno”, un consumatore che sa di cosa ha bisogno e che proprio per questo cerca un prodotto che sia fatto su misura per lui/lei, un prodotto che sia sostenibile, che sia il più possibile naturale e che soprattutto abbia un elevato livello di personalizzazione.

Oggi il consumatore è molto preparato sulle offerte del mercato, sa di cosa ha bisogno e proprio per questo cerca un prodotto che sia fatto su misura,  che sia stato pensato da un brand esattamente per la sua azienda.

L’evoluzione tecnologica ha reso i lavoratori più maturi dal punto di vista digitale rispetto alle imprese stesse, che a loro volta devono attuare processi di change management che migliorino l’ecosistema aziendale, i processi produttivi e testare nuove modalità di lavoro e di interazione uomo-macchina capaci di creare esperienze personalizzate. Nei settori del Fashion e del Luxury, la qualità dell’artigianato e la crescita di talenti individuali sono risorse fondamentali ma la raccolta dei big data e l’analisi dettagliata dei trend permettono di aprire nuovi scenari creativi nel design di prodotti con tecnologie integrate sempre più avanzate.

I relatori che interverranno all’Ecommerce Day sono altamente  qualificati e con le loro preziose testimonianze porteranno lustro alle’evento.

Si parlerà di new retail, omnichannel e tutta la filiera dell’ecommerce,  ecco l’elenco dei relatori:

Paolo Pininfarina, Presidente Pininfarina

Samuele Camatari, CEO Jusan Network

Giancarlo Bonzo, AD Centro Congressi Unione Industriale Torino

Enrico Roselli, CEO La Martina

Paolo Selva, CEO Boggi

Simone Santini, Vice President Sales Adidas

Francesca De Pascale, Brand Communication & Social Media Manager L’Oréal

Marco Gaspari, Head of Sales & Marketing Poltrona Frau

Giuseppe Giglio, CEO Giglio

Laura Cavioni, IT Operation Analyst Vivienne Westwood

Monica Gagliardi, Global Ecommerce & Social Director OVS

Gionata Galdenzi, Ecommerce Manager AEFFE

Gabriele Grizzaffi, CEO PNM

Laura Milani, Direttore IAAD

Diana Morilli, Sales Manager oct8ne

Ugo Nespolo, Artista e Pubblicitario

Gianmarco Sala, Direttore della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro Onlus

Filippo Sorcinelli, Presidente LAVS

Amelia Tomasicchio, Co-Founder e Direttrice The Cryptonomist

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *