Grande successo al Teatro Colosseo

di Andrea Bergamasco

E’ stata una serata all’insegna del rock italiano quella che ha visto venerdì 24 maggio sera salire sul palco del Teatro Colosseo di Torino il cantautore Enrico Ruggeri, che sta portando in tour il suo ultimo album “ Alma” uscito a marzo 2019.
Sono passati 41 anni dall’uscita del suo album d’esordio, inciso assieme alla storica band Decibel, lo scorso anno riunitasi per un tour celebrativo di “Punk”, il loro primo successo discografico.
Davanti ad una platea quasi gremita, l’artista milanese si è presentato al pubblico indossando un outfit dal sapore gotico e noir, ricordando quasi il Morpheus della saga fantascientifica Matrix, pronto a condurre il suo pubblico in un mondo introspettivo ed emozionante.
Con il brano “ Il Labirinto”, singolo di apertura tratto del suo ultimo lavoro, ha dato il via ad un live dall’atmosfera onirica e psichedelica, anche grazie ad una magistrale coreografia luminotecnica.
In quasi due ore e venti di concerto, con alcune pause in cui Ruggeri ha interagito con il suo pubblico, la scaletta ha incluso oltre ai brani del nuovo disco, anche i classici successi del passato rivisitati in chiave rock e punk.
Particolare e coinvolgente la versione de Il mare d’inverno, pezzo scritto nel 1984 per Loredana Bertè, che il cantautore ha riarrangiato con un sound più aggressivo e moderno.Molto commoventi ed intensi i brani in acustica “ L’amore ai tempi del colera” e “Lettera dal fronte” che hanno visto sul palco oltre alla band anche il musicista Davide Brambilla, alternarsi tra fisarmonica e tromba emozionando gli spettatori

.La band che accompagna Enrico Ruggeri in questo Eletric Alma Tour è composta da quattro eccellenti tournisti, tutti brillantemente affiatati: Alessandro Polifrone alla batteria, Francesco Luppi a pianoforte e tastiere, Fortunato Saccà al basso e Paolo Zanetti alle chitarre, quest’ultimo non ha fatto rimpiangere Luigi Schiavone ( storico chitarrista del cantautore fino a qualche anno fa).
Nella parte centrale e finale del concerto non sono mancate alcune perle del repertorio quali: “ Peter Pan”,
“ Mistero”, prima canzone rock ad aver vinto il festival di Sanremo nel 1993 e “Contessa” il suo primo successo da solista.
La copertina di Alma vede il ritratto di Ruggeri dipinto in uno stile che rimanda al post-impressionismo, realizzato dall’imitatore, attore e recentemente affermato pittore Dario Ballantini.


Tracklist
Il Labirinto, Il mare d’inverno, Eroi solitari, Il primo amore non si scorda mai, Rock Show, L’amore ai tempi del colera, Lettera dal fronte, Il costo della vita, Il futuro è un’ipotesi, Vorrei/Forma21, Lettera dal Duca, La banca, Il punto di rottura, Ulisse/Aspettando i super uomini, Polvere, Il treno va, Peter Pan, Super Eroi, Poco più di niente
BIS: Come lacrime nella pioggia, Contessa, Mistero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *