La “mondanità” è tornata nella nostra città.

Di Galgano Palaferri

Settimana importantissima quella appena conclusa.
Torino
 ètornata  ad essere “Capitale della moda”. Non accadeva  dagli anni ’50, di un secolo che ormai appare lontano, quando il capoluogo sabaudo tenne a battesimo le primissime sfilate, per poi passare il testimone a Firenze, Roma e successivamente a Milano, come troppo spesso è accaduto nel corso degli anni..

Dal 22 al 25 maggio la nostra amata città ha ospitato quattro intense giornate molto “colorate” fatte  di defilè, presentazioni, ricevimenti, video proiezioni,  musica, sotto il segno di  HOAS – History Of A Style Fashion Show, un originalissimo fashion event,  promosso dalla Alex Pacifico Management .

Ospite nei fantastici e immensi saloni dell’OGR, la manifestazione ci ha raccontato in maniera davvero eccelsa e coinvolgente  la vita, la carriera e l’ originalità di quattro grandi firme: Eleventy, Bagutta, Tom Rebl Carlo Pignatelli che ha chiuso alla grande, con una sfilata davvero sfarzosa le quattro giornate della moda, in un tripudio di applausi e ammirazione dei presenti, che hanno affollato l’enorme sala OGR. Al termine, come di consueto, il VIP Party con rinfresco, musica, e foto a volontà. Oltre loro alcuni artisti emergenti della moda torinese, come Sara Barbieri, che hanno potuto presentare le loro creazioni ad un attentissimo pubblico.

Ogni brand ha ideato e realizzato un viaggio all’interno della maison grazie all’utilizzo di sei maxi schermi, uno dei quali predisposto per la realtà aumentata (la room sensoriale). Nella  room sartoriale sono state esposte delle selezioni dei migliori capi di ogni marchio e nella  room photo gallery, sono stati messi in mostra alcuni scatti con la storia dei brand.

Tra i molti  volti più o meno noti, convenuti all’ OGR,  abbiamo avuto modo di incontrare: Giò Squillo, Ron Moss, Roberto Farnesi, Alessia Ventura, Mario Ermito, Fabio De Vivo, Roberta Bonanno, Tommaso Zorzi, Stefano Sala, Francesco Ferdinandi, Mattia Narducci, Benedetta Mazza,  Martina Hamdy, Jane Alexander, Giorgia Würth, Simona Ventura, Pamela Camassa, Enrico Silvestrin, Cristina Chiabotto, Elena Barolo.

2 thoughts on “HOAS – History of Style in Turin”

  1. Mi dispiace di non essere stato presente , x motivi di un intervento subito , mi auguro di essere presente x la seconda edizione , il 2020 , sara’ un anno unico ,con queste cifre,da festeggiare in modo unico , ci vediamo il prossimo Anno faro’ tante foto nuove,GRAZIE.

  2. Mi dispiace, di non avere potuto partecipare al grande evento di MODA presso le OGR x un problema di salute, spero di essere presente il prossimo Anno 2020, sara’ un Anno unico con cifre pari, da festeggiare alla Grande .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *