il nuovo film di Victor Vegan, presentato a Torino, anteprima assoluta.

Di Galgano Palaferri

Sala gremita al Teatro San Giuseppe di Torino per la presentazione  in anteprima assoluta del nuovo film di Victor Vegan, regista teo filosofo indipendente,   “JERUSALEM-YERUSHALAYIM-AL QUDS LIBERTA’ PER CREDERE”, che segue il film di grande successo dello stesso regista, “Da dove tutto ebbe inizio”, dedicato alle origini del calcio torinese.

JERUSALEM, come ci spiega il regista, rappresenta un viaggio reale o immaginario verso la città santa delle grandi religioni monoteistiche , meta uguale ma con significati simbolici diversi, tra i fedeli delle diverse confessioni religiose e ha come fine la pace nel mondo.

Un film di “Pace”, dove islam, cristianesimo ed ebraismo si incontrano anche con buddismo, yezidismo, induismo, sikhismo e zoroastrismo. “ In un’epoca come la nostra in cui è sempre più crisi di valori  –  ci dice Victor Vegan – anche il conoscere meglio le religioni può creare dei nuovi spunti di dialogo tra chi ha idee diverse su questi temi. Arrivare attraverso lo studio dei testi sacri a trovare i punti in comune per la pace nel mondo è una bella impresa e, per me, un compito che ho voluto provare a  realizzare almeno in questo film”.

“Credo nelle sfide e voglio sperare che la Terra abbia bisogno di un film come il mio. – aggiunge il regista – C’è troppa gente che fa in fretta a mettere tutti in un calderone, le vittime non possono essere anche gli aggressori e quindi, se il buon Dio ci ha dato, tra i tanti regali, anche quello della distinzione, dobbiamo poterla fare avendone le possibilità. Queste stesse possibilità sono lo studio dei testi sacri, non solo la Bibbia ma anche il Corano ed altre opere precedenti che ci possano aiutare a conoscere meglio le persone di paesi che oramai sono diventati il nostro prossimo qui in Italia e in tante altre nazioni europee”.

In questo nuovo film troviamo un cast di tutto rispetto: vi sono attori come Franco Barbero, conosciutissimo già dai tempi in cui lavorava con il grande Macario, poi Rossana Bena, Michele Franco, Luciano Romano, Kelum Giordano, Lorenzo Guida e Silvana Piscopello, tutti personaggi ben noti al pubblico teatrale e dei vari sceneggiati tv e spot, poi Pierino Da Pietro nel doppio ruolo di aiuto-regista e attore ma soprattutto c’è chi interpreta se stesso come Manuel Olivares, scrittore e talvolta oratore della religione Ahmadiyya, l’artista pittrice e cabalista israeliana Shazarahel, Babacar Mbaye tra i responsabili del Nord Italia della comunità senegalese dei LayennesGiuseppe Cicogna della Chiesa di ScientologyGiuseppe Caruso della Comunità dei RaelianiEttore Foadi della Comunita’ Internazionale Baha’iNicolò Maimone, il ragazzo che invitato da Giancarlo Magalli a “I Fatti Vostri” è appassionato di abiti d’epoca e qui interpreta Fritjoff Schuon un filosofo svizzero che ha avuto un excursus davvero impressionante.

In un’epoca di cambiamenti globali il film di Victor Vegan non prende posizioni di parte, bensì ci indica una nuova dimensione in cui tutto converge verso una direzione che, attraverso un vero viaggio quantico, conduce verso l’unica verità celata dentro ogni essere umano.

L’indiscutibile  bellezza di questo film consiste  nel fatto che sa condurre lo spettatore in un’altra dimensione, nella quale, indipendente da chi la vive, ritrova l’essenza e quel comune senso stesso della vita che nessuna parola sa esprimere.

Potete trovare il trailer del film lo a questo link:

A breve sil film sarà disponibile anche con sottotitoli inglesi, per la produzione internazionale

Ed eccoci alla sinossi del film:

Siamo nell’anno 1919, in uno studio di Basilea, e  il filosofo svizzero Fritjoff Schuon acquista una macchina fotografica che gli permette di viaggiare nel tempo e vedere cosa succederà a Torino 100 anni dopo.

Un gruppo di pellegrini di varie religioni stanno per partire per Gerusalemme, alla ricerca di risposte intorno a temi spirituali che vanno oltre la vita e alla ricerca spasmodica della Pace, in un mondo sempre più agitato.

Un film dunque di grande attualità, da vedere assolutamente, con la segreta speranza che  il suo messaggio di pace venga colto e fatto proprio dai potenti della terra  e capi religiosi, e che sia di buon auspicio per il futuro di tutto noi, abitanti di un mondo sempre più inquieto e sull’orlo della autodistruzione! 

Buona visione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *