Venerdì 19 luglio al Flowers Festival 2019

Di: Galgano Palaferri

Joan Baez, all’anagrafe Joan Chandos Báez  nata a New York il 9 gennaio 1941, di origini messicane cantautrice e attivista per i diritti civili e il pacifismo, negli USA, è nota per il suo stile vocale davvero unico e per l’unione artistica e sentimentale con il grandissimo Bob Dylan, altro mostro sacro della musica cantatoriale.

E proprio lei, sarà il “Fiore all’occhiello” del Flowers Festival 2019, al Parco della Certosa di Collegno,  giovane manifestazione musicale dell’estate torinese e piemontese giunta alla sua quinta edizione, nella serata di venerdì 19 luglio e salirà sul palcoscenico la grande, immensa, inarrivabile Joan Baez,  voce di “Diamonds & Rust”, altresì conosciuta come “l’usignolo di Woodstock” , dopo cinquant’anni dalla sua famosissima esibizione al celebre festival. La Baez è mondialmente riconosciuta per il suo stile vocale inconfondibile, e  per il suo impegno civile nella lotta per i diritti civili e per il pacifismo. Lo scorso anno è uscito il suo ultimo disco, Whistle Down the Wind, dopo la raccolta uscita due anni prima per celebrare il suo 75esimo compleanno e i suoi tanti successi. Nonostante sia considerata una “folk singer”, la sua musica ha spaziato negli anni anche in molti altri  generi come  rock, pop, country e gospel. Notevolissima la sua estensione, che arriva a tre ottave e un ha particolarissimo vibrato che pochi artisti sono in grado di esprimere.

Quello che andremo ad ammirare domani sera, dal vivo, al Parco della Certosa,  sarà purtroppo, a quanto annunciato in una recente intervista ad un quotidiano  torinese, la data dell’addio alle scene.

Questa esibizione è infatti inserita in quello che sarà il suo ultimo tour  mondiale, che, ahinoi, purtroppo, gli anni  passano per tutti. Una occasione in più per non mancare l’appuntamento con la storia.

Fare thee well tour”, appunto, l’ultimo dei suoi tour in giro per il mondo,  che lo scorso anno la cantautrice statunitense ha inaugurato sui palchi internazionali dopo la pubblicazione della sua ultima prova di studio, “Whistle Down The Wind”, giunta sul mercato a dieci anni di distanza dal suo precedente capitolo discografico, “Day After Tomorrow”, del 2008.

Una discografia davvero sterminata:

DISCOGRAFIA

JOAN BAEZ 1960 Vanguard
JOAN BAEZ VOL. 2 1961 Vanguard
JOAN BAEZ IN CONCERT, PT. 1 1962 Vanguard
JOAN BAEZ IN CONCERT, PT. 2 1963 Vanguard
JOAN BAEZ 5 1964 Vanguard
FAREWELL, ANGELINA 1965 Vanguard
NOËL 1966 Vanguard
JOAN 1967 Vanguard
BAPTISM 1968 Vanguard
ANY DAY NOW 1968 Vanguard
DAVID’S ALBUM 1969 Vanguard
ONE DAY AT A TIME 1970 Vanguard
BLESSED ARE… 1971 Vanguard
COME FROM THE SHADOWS 1972 A&M
WHERE ARE YOU, MY SON? 1973 A&M
DIAMONDS & RUST 1975 A&M
GULF WINDS 1976 A&M
BLOWIN’AWAY 1977 Epic
HONEST LULLABY 1979 Portrait
EUROPEAN TOUR 1980 Portrait
RECENTLY 1987 Gold Castle
DIAMONDS & RUST IN THE BULLRING 1989 Gold Castle
SPEAKING OF DREAMS 1989 Capitol
PLAY ME BACKWARDS 1992 Virgin
GONE FROM DANGER 1997 Capitol
DARK CHORDS ON A BIG GUITAR 2003 Koch
DAY AFTER TOMORROW 2008 Bobolink/Razor & Tie
WHISTLE DOWN THE WIND 2018 Proper

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *