In scena dal 28 al 31 dicembre

Di Ermanno Eandi

Una fiaba indimenticabile scritta da Charles Perrault, con le  musiche di Gioachino Rossini, secondo l’originale versione del coreografo Giorgio Madia e con i danzatori del Balletto di Milano, va in scena dal 28 al 31 dicembre al Teatro Comunale di Bologna.

La rinomata Compagnia, che ha incantato lo scorso anno il pubblico felsineo con Lo schiaccianoci, torna al Comunale con quest’opera già apprezzata nel 2011, e che da allora ha convinto spettatori e critica ricevendo anche importanti riconoscimenti internazionali tra cui il “Gold Critics Award” e il Premio “Bucchi”.

La creazione di Madia, ambientata nell’Italia del secondo dopoguerra, prevede un potpourri di musiche rossiniane: da pagine dell’opera Cenerentola a famose e trascinanti ouvertures come quelle dal Guglielmo Tell, dalla Gazza ladra, dal Barbiere di Sivigliae dall’Italiana in Algeri, fino ai più intimi brani cameristici. Il brio e l’ironia del catalogo del pesarese ben si adattano alla peculiarità dei personaggi in scena: lo spassoso trio en travesti composto dalla matrigna e dalle due sorellastre, la sbadata ma indispensabile fata, il romantico principe e naturalmente Cenerentola, che dapprima quasi si mimetizza con la tappezzeria di casa ma poi riesce ad emergere grazie alla sua umiltà, eleganza e bontà. Al turbinio di emozioni che fate, carrozze, cavalli e scarpette immancabilmente sono in grado di suscitare, contribuiscono anche le ipnotiche scenografie e i costumi dai toni pastello di Cordelia Matthes insieme al fascino della musica dal vivo eseguita dall’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna diretta per l’occasione da Gianmario Cavallaro.

Nel rôle-titre si alternano Marta Orsi e Giulia Cella affiancate dall’elegantissimo Principe di Federico Mella. Il trio Matrigna/Sorellastre ha come interpreti Alessandro Orlando, Federico Micello e Alessandro Torrielli. Completano il cast Angelica Gismondo (la fata), Mirko Casilli e Germano Trovato (due lacchè) e Arianna Capodicasa, Irene Criscino, Alessia Luzardi, Giordana Roberto, Paolo Calò, Silvio Morelli e Simone Nuzzi.

Il Balletto di Milano, diretto da Carlo Pesta, è considerato oggi tra le più importanti realtà nell’ambito della danza italiana e rappresenta i propri spettacoli nei maggiori teatri italiani e in prestigiose istituzioni internazionali. Riconosciuto da MIBACT, titolare di Riconoscimento di Rilevanza Regione Lombardia e sostenuto dal Comune di Milano, il Balletto di Milano presenta un ampio repertorio che spazia dai grandi classici rivisitati a produzioni contemporanee. Per informazioni: http://www.tcbo.it/eventi/cenerentola-balletto-di-milano/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *