Di Maria Polimeno

Corrispondente da Torre Annunziata (NA)

Venerdì 21 febbraio presso la Sala Magliano della Camera di Commercio di Napoli è stato presentato il volume “L’Arte in Camera”, una raccolta di 22 dipinti e 6 busti della collezione di opere del Palazzo della Borsa. L’iniziativa si inserisce nell’ambito del progetto “Servizi di orientamento al lavoro ed alle professioni”. Presenti all’evento il presidente della CCIAA di Napoli Ciro Fiola, il presidente di Si Impresa- Azienda Unica Speciale della Camera di Commercio di Napoli Fabrizio Luongo e il Ministro dell’Università e della Ricerca Scientifica Gaetano Manfredi.

Il progetto ha un senso profondo, – ha commentato il Ministro Gaetano Manfrediè uno strumento non solo per avvicinare i nostri studenti al mondo del lavoro, perché il lavoro è la leva della libertà, della crescita e dello sviluppo del Paese, ma è anche un primo ponte di collegamento tra l’Università e la Scuola. Un altro aspetto importante dell’iniziativa è aver posto al centro il tema della bellezza, fattore determinante per costruire la coscienza dei cittadini. Il senso di identità che si evince da questo lavoro è molto forte, la collezione è una fotografia di un pezzo della storia della nostra città e della nostra regione, luoghi d’arte e di imprese”.

Il volume è un lavoro di alto spessore, che ha favorito il collegamento tra il mondo scolastico, l’Università e l’ente camerale su un tema prezioso per i napoletani l’arte. Grazie a questo progetto i giovani si apprestano a conoscere il mondo del lavoro per compiere scelte più consapevoli per il futuro.

La raccolta è stata realizzata da Si Impresa Azienda Speciale Unica della Camera di Commercio di Napoli, attraverso il lavoro svolto dagli studenti del Liceo Classico Carducci di Nola individuato dalla Direzione Scolastica Regionale guidata da Luisa Franzese, con il coordinamento scientifico della prof.ssa Isabella Valente dell’Università degli Studi di Napoli Federico II .

Il patrimonio della Camera di Commercio è formato da 184 tra statue, bronzi e sculture, 119 dipinti, 44 stampe e litografie, senza contare numerosi affreschi e arredi storici in stile Liberty. Il volume è parte di un primo percorso che gli studenti hanno intrapreso e si è in procinto di una seconda edizione.

Un connubio tra l’arte classica di cui Napoli è piena e la tecnologia, uno strumento per avvicinare i giovani all’arte e alla cultura, è stata progettata un’applicazione gratuita disponibile sui dispositivi Android ed iOS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *