La storia e la magia della fete de lumiere

Di Luca Garnero

(corrispondente da Lione)

La regione Auverge-rhone, nel sud della Francia è interessante, piena di cittadine e luoghi fiabeschi e meravigliosi, ma in assoluto la città più bella  ed importante   è  il capoluogo: Lione ,  attraversata da due fiumi, la Rhone e la Saone che confluiscono in un unico e grande fiume in un quartiere  della periferia , che prende il nome di  Confluence, tra le eccellenze di questa splendida città troviamo il  museo omonimo che conserva ricco bestiario  colmo di animali rari impagliati e molte importanti mostre temporanee.

Nel corso del fine settimana che va dal 5 all’ 8 dicembre si verifica, ogni anno, l’avvenimento forse più  conosciuto del panorama di eventi culturale della città: la Festa delle Luci (Fete de lumiere ) nel corso del quale tutti i monumenti, dalla Chatédrale saint-jean al thèatre Des Célestins, le piazze, place bellecour e Place de la République, dove artisti provenienti da tutto il mondo  collocano   installazioni e creano spettacoli di viedoarte, dei veri e propri racconti animati che vengon oproiettati sulle facciate e negli angoli delle strade.

Una su tutte è la magnifica Genesis”, storia animata della  nascita della terra proiettata sulla facciata della cattedrale di Saint Jean ,  un’altra è la spettacolare ”praìriè éphèmere”intorno alla statua di luigi XIXin Place Bellecour.

L’intera città è prende vita, si veste di nuovi colori e parla al visitatore attraverso gli effetti sonori progettati dai grandi professionisti coinvolti nella kérmésse.

L’origine della manifestazione, è antica risale al  1643, quando i cittadini di Lione avevano fatto voto alla Vergine Maria affinché proteggesse la città dalla peste, promettendo che se fossero sopravvissuti ogni anno sarebbero saliti sulla collina di Fourvière per renderle omaggio.

Così tutti gli anni  i Lionesi si recavano sulla collina e lì costruirono  una chiesa dedicata alla Vergine.

 Duecento anni dopo, l’8 dicembre 1852, un forte temporale interruppe l’inaugurazione del campanile sul quale si stava poggiando una statua dedicata alla Vergine: improvvisamente il temporale cessò, il cielo si schiarì e i Lionesi illuminarono con lampioncini le facciate delle proprie case e scesero nella strade a festeggiare e a celebrare la Vergine Maria fino a tarda notte. Da quel giorno, ogni anno si festeggia la Festa delle Luci.”

Per le notizie storiche ci siamo avvalsi del prestigioso sito t.france.fr/it/adesso-in-francia/festa-delle-luci-lione

Se volete vedere il video cliccate il link sottostante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *