Tre prime esecuzioni assolute nel Duomo di Torino

per il debutto dell’orchestra “I Virtuosi dell’Accademia di San Giovanni”

Redazione T’informaNews

 Giovedì 21 giugno alle ore 21 nel Duomo di Torino (ingresso libero) saranno eseguiti ben tre brani in prima esecuzione assoluta. I compositori Marco Sinopoli (figlio del grande direttore d’orchestra Giuseppe Sinopoli), Fabio Mengozzi e Giancarlo Zedde hanno liberamente offerto i loro brani (Askesis, Constructores e Arriveranno anche i migranti intorno alla culla) all’Accademia della Cattedrale di San Giovanni, associazione presieduta dal parroco del Duomo, don Carlo Franco, che ha organizzato l’evento nell’ambito del progetto “Lo Spirituale nell’Arte”, con il generoso contributo dell’Associazione Culturale Ipotenusa, che così festeggia il suo mezzo secolo di attività.

Il concerto, sempre a ingresso libero, sarà eseguito in anteprima mercoledì 20 giugno alle ore 21 presso la Collegiata di San Lorenzo Martire a Giaveno, in virtù del partenariato tra l’Accademia e la storica Fondazione Pacchiotti, che propone l’appuntamento musicale come secondo evento di lancio del “Parco turistico-culturale di Giaveno e della Val Sangone”.

‘Produrre valori per testimoniare valori’ è lo slogan del progetto con cui la Fondazione vuole riaffermare e rilanciare la sua vocazione. Si tratta di un’iniziativa di sviluppo economico e sociale, che ha l’ambizione di amplificare la capacità attrattiva della Val Sangone attraverso l’allestimento di spettacoli, concerti, eventi culturali nei luoghi di eccellenza del territorio.

Nello specifico, il concerto propone un programma musicale di sicuro fascino, che celebra anche la 36ª Festa Europea della Musica.

L’orchestra “I Virtuosi dell’Accademia di San Giovanni”, nuova formazione cameristica e sinfonica del Duomo di Torino al suo debutto, sarà affidata per l’occasione al Maestro Antonmario Semolini, con solisti il soprano Valentina Chirico e il mezzosoprano Laura Capretti.

I citati brani in prima esecuzione assoluta verranno proposti nella cornice classica dello Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi, dell’Adagio per archi di Samuel Barber e della Musica notturna per le strade di Madrid di Luigi Boccherini.

“Con il binomio musica-spiritualità — spiega il presidente dell’Accademia, don Carlo Franco — è nostra intenzione rendere la Cattedrale rinascimentale di Torino un centro di irradiazione culturale sul territorio torinese e piemontese, come dimostra la collaborazione con la Fondazione Pacchiotti”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *