Magistrale concerto dei “Break Free” al Gru Village

Di Galgano Palaferri

A pochi mesi dal trionfo del Film campione d’incassi “Bohemian Rapsody”, notte fantastica, quella appena trascorsa, al Gru Village 105 Music Festival, che ha visto quali acclamatissimi ospiti  sul palco i Break Free, definiti da molti addetti ai lavori e non solo, come il miglior tributo in Europa, i più simili all’originale, per “Long Live The Queen”. 


Uno spettacolo imperdibile per tutti gli appassionati di Freddy  e della sua Band,  curato fin nei minimi dettagli, musica, scenografia, movimenti, costumi, luci: tutto studiato per riprodurre fedelmente il live della rock band, capitanata da Freddie Mercury, accompagnato da Brian May, Roger Taylor e John Deacon.
Giuseppe Malinconico, Paolo Barbieri, Kim Marino e Sebastiano Zanotto, accompagnati da uno splendido quartetto musicale, composto da due violini, una viola e un basso, hanno saputo farci rivivere al meglio la leggenda dei Queen, come prevedibile dagli esauriti fatti registrare a ripetizione nelle varie date, tenutesi in Italia e in Europa.

Un pubblico eterogeneo di varie età, pochi i giovanissimi, molto attento e pronto a cantare e saltare durante i celeberrimi pezzi che han fatto la storia della musica, diventando tutti o quasi, altrettante hits.

Un concerto per certi versi addirittura commovente, impreziosito  da altri ospiti che sono venuti a trovare i Break Free, come l’interprete dei successi di David Bowie
Tra i brani eseguiti,  i classici senza tempo e senza età, come Radio Gaga, The Show Must Go On, We Will Rock You, D’ont Stop me Now, Somebody to Love, la celeberrima We Are The Champions, che ha segnato forse il momento più alto dell’intero concerto.
E grazie a Dio, iniziato sotto brutti presagi, con un cielo minaccioso di fulmini, pioggia, lampi e temporali, alla fine nulla di tutto ciò, e alla fine anche qualche stella ha fatto capolino nel cielo di una calda e torrida estate torinese.

Ancora una volta un concert live pieno di emozioni, di grande magia e che rimarrà a lungo nei nostri cuori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *