Si inaspriscono le contromisure per chi viola le norme anticontagio

Di Ermanno Eandi

Nuove e pesanti sanzioni sono previste per coloro che violano le norme anticontagio,  per ora sono solo ipotesi, domani (25 marzo) si terrà il Consiglio dei Ministri per deliberare definitivamente.

Comunque dalle voci che circolano, i nuovi provvedimenti saranno questi: in primis la multa per chi non si adegua alle misure previste dal decreto legge passerà da 500 a 3000 euro, anche se alcuni sostengo che potrebbe essere di abbassata a 2000 euro e se si è in auto per ora è stata scongiurata la ventilata confisca del mezzo.

Per i commercianti che terranno aperte le  attività che sono proibite ci sarà una cospicua sanzione e una chiusura dell’esercizio da 5 a 30 giorni, dopo che sarà permessa la riapertura della sua categoria merceologica.

Ma l’entrata in vigore sarà a discrezione  delle Regioni e dei Comuni, che infatti  possono adottare o sospendere le misure anti contagio sul loro territorio, con l’obbligo, per le Regioni ,di comunicare entro 24 ore la loro decisione al Presidente del Consiglio e per i  Comuni, sempre con il medesimo preavviso, alla Regione, tutte le ordinanze  perdono validità dopo 7 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *