Grande mostra di Giorgio De Chirico

Di Lorenzo Ciravegna

La Gam di Torino, ospiterà dal 19 Aprile al 25 Agosto 2019 la mostra dedicata a Giorgio De ChiricoRitorno al Futuro“.

Un dialogo tra la pittura neometafisica di Giorgio de Chirico e le generazioni di artisti che, in particolare dagli anni Sessanta in poi, si sono ispirati alla sua opera, riconoscendolo come il mastro che ha anticipato la loro nuova visione e che con la sua neometafisica si è posto in un confronto diretto con gli autori più giovani. 

La mostra a cura di Lorenzo Canova e Riccardo Passoni è organizzata e promossa dalla Fondazione Torino Musei, GAM Torino e Associazione MetaMorfosi, in collaborazione con la Fondazione Giorgio e Isa de Chirico e presenta un centinaio di opere provenienti da importanti musei, enti, fondazioni e collezioni private. 

Con questa pittura di grande intensità e felicità cromatica, il De Chirico neometafisico sembra dunque rispondere agli omaggi degli artisti più giovani creando un dialogo a distanza di grande intensità e vitalità.  

In questo modo de Chirico si è posto come una delle fonti dirette dell’arte di molte generazioni di artisti italiani e internazionali, sospese tra le immagini dei segnali urbani, delle merci della civiltà di massa e le memorie di una bellezza classica e perduta, un accostamento anticipato dallo stesso De Chirico nel suo Romanzo Ebdòmero.

Maurizio Cibrario,  presidente della Fondazione Torino Musei sottolinea come questa mostra, dimostri la vitalità della Fondazione “siamo solo alla porte di metà anno e avremo modo di concluderlo con una mostra del Botticelli.” 

Pietro Folina.  presidente della Associazione MetaMorfosi, sostiene che  la mostra sia:  “un progetto innovativo che si potrà vedere anche in televisione,  nelle prossime settimane in un documentario appositamente appena realizzato da Ski Arte”. 

Il Professore Picozzagiurista e avvocato di Giorgio de Chirico e membro della   fondazione Giorgio de Chirico ringrazia e definisce Torino “una città sensibile all’arte contemporanea, una mostra impegnativa che da grande soddisfazione alla fondazione di De Chirico”.

Riccardo Passoni e Lorenzo Canova, i due curatori affermano: “La  mostra è una importante occasione per Torino,  102 opere in totale, un evento unico in Torino,  Le mostre importanti si fanno in squadra, la mostra volutamente, si chiama ritorno al futuro che riprende il nome di un film, (Back to the future) film del 1985 diretto da Robert Zemexkis, ovvero un eterno ritorno al futuro”.    A rappresentare la Città di Torino è intervenuto Massimo Giovara,  presidente della Commissione Cultura, sottolineando la sicura eccellenza della mostra e auspicando una grande partecipazione. 

La mostra è visitabile dal 19 Aprile al 25 Agosto 2019 dal martedì alla Domenica con orario continuato 10:00/18:00,

(la biglietteria chiude un ora prima). 

Biglietti Intero 12€ ridotto 9€,

ingresso gratuito con l’abbonamento Torino Musei e Torino+Piemonte Card.

per informazioni:
https://www.gamtorino.it/it/eventi-e-mostre/giorgio-de-chirico-ritorno-al-futuro?gclid=Cj0KCQjwwODlBRDuARIsAMy_28U9FcT44i1j5ma_yS3J9dOx4FORMZEasnwNfuw2SH66LWh5sSlG9icaAmeGEALw_wcB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *