Venerdì 29 marzo al Collegio San Giuseppe

Di Ermanno Eandi

Da un po’  di tempo si dibatte se sia utile oppure no restare in Europa, molti sono favorevoli altri sono totalmente contrari, alcuni pur con molte fatiche e parecchi dubbi stanno cercando di uscire. Quale sarà la strada giusta e più utile alla nostra nazione? Una presa di posizione netta,  è quella scelta da MCL ( Movimento Cristiano Lavoratori)  che propone il suo  manifesto  “Sì all’Europa, per farla”.

Non è semplice fare l’Europa,   ia proposta del manifesto   è ritrovare  entità per  costruire un futuro dell’ideale comunitario,  ridestare dal torpore il cattolicesimo politico, passando  da una vivificante riscoperta delle radici.  L’obbiettivo finale è una ricostruzione dei valori etici e cristiani del nostro continente, ma  per ripartire, non si può cedere a proposte che mettono paradossalmente insieme collettivismo, estremismo identitario, egualitario e giustizialista, quindi MCL   ritiene che si debba scommettere su un Ppe attento alle nuove esigenze di riforma a favore del rispetto delle culture nazionali e popolari e per un’economia sociale di mercato, capace di equilibrare il liberismo e la finanza senza regole. Le richieste? Sussidiarietà, attenzione alla persona e alla famiglia, autentiche libertà religiosa e d’educazione, cammino verso politiche estere e di difesa davvero comuni.

Per conoscere meglio le proposte del manifesto,  MCL organizza un dibattito al teatro del Collegio San Giuseppe (via Andrea Doria, 18. Torino ), venerdì 29 marzo alle 21,-

Molto importanti  gli ospiti che si confronteranno: Pietro Giubilo (già sindaco di Roma e Vicepresidente della Fondazione Italiana Europa Popolare), Michele Rosboch (docente universitario e presidente del Centro culturale “Pier Giorgio Frassati”), l’europarlamentare Massimiliano Salini (Forza Italia – Ppe) e Gianluca Segre (del direttivo di “Rinascimento Europeo”). A introdurre e moderare Marco Margrita, giornalista e presidente regionale del Mcl. L’incontro è organizzato dall’associazione Esserci e dal Mcl piemontese, unitamente a: Centro Culturale “Pier Giorgio Frassati”, Fondazione Italiana Europa Popolare, Rinascimento Europeo e la scuola politica Politicall

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *