Un anno di grandi appuntamenti, mostre, proiezioni, eventi, spettacoli

Di: Galgano Palaferri

La parola d’ordine è venti, perché nel duemila e Venti ricorreranno due date importanti per il mondo del cinema made in Turin: il 19 luglio 2020, il Museo del Cinema festeggerà i vent’anni dal trasferimento della sede nella Mole, e il giorno successivo “Film Commission” spegnerà le 20 candeline.

????????????????????????????????????

Per questo, già annunciato dalla giunta comunale nello scorso mese di maggio,  nasce il Progetto “Torino Città del Cinema 2020” , che, annunciato in occasione dell’ultimo Festival di Cannes e già presentato in anteprima In occasione della 76esima Mostra del Cinema di Venezia, è stato illustrato nei dettagli, questa mattina ai giornalisti al Museo del Cinema di Torino.

Un progetto, questo,  che farà confluire nel proprio programma tutti i tradizionali eventi cinematografici del territorio coinvolgendo in contemporanea  tutte le istituzioni culturali torinesi con l’obiettivo di creare “contaminazioni cinematografiche” in ciascun ambito d’eccellenza (dall’editoria, alla musica, all’arte contemporanea, al teatro).
Ci aspetta un fitto calendario di eventi, rassegne, festival volto a celebrare Torino in chiave cinematografica.

Il via già questa  novembre,  con una pre-apertura al Torino Film Festival 2019 per poi continuare fino al compleanno del Museo del Cinema nel 2020. Tra i due eventi,  tanti appuntamenti e la volontà di portare nella città già capitale del Regno d’Italia, ma anche del Cinema,  anteprime nazionali di importanti broadcasters. Nel mese di luglio, sono in programma una Festa del Cinema e una speciale Notte Bianca, appuntamenti che faranno nuovamente Torino città Capitale, meta di appassionati e non, non solo cittadini torinesi ma provenienti da tutta Italia e non solo..

E con l’obbiettivo di  valorizzare la vocazione turistica Torino e di “Torino Città del Cinema”, verrà realizzato un look of the city (il cui bando di affidamento è attualmente in corso), che  possa promuovere i luoghi del cinema, la tradizione delle location cittadine e dei Maestri che in quei luoghi hanno realizzato le loro opere, anche attraverso una mappa cartacea e multimediale.

Nel  mese di febbraio 2020, andrà in scena  la mostra “Artecucita. Da Cinecittà a Hollywood dietro le quinte degli abiti di scena”,  che permetterà al pubblico di curiosi e appassionati e scoprire come nascono i  costumi di scena e gli abiti cult di tanti capolavori del cinema. All’interno dell’esposizione saranno ospitata  le creazioni della sartoria Anna Mode, nata nel lontano 1949, un’ impresa tutta al femminile capitanata oggi dalle sorelle Anna e Teresa Allegri giunta felicemente  alla terza generazione.

La Cabina di Regia di TCC2020 è costituita dalle Divisioni Commercio, Turismo, Lavoro, Attività produttive e Sviluppo Economico e Servizi Amministrativi e Culturali della Città di Torino, dalla Fondazione per la Cultura Torino, insieme al Museo Nazionale del Cinema e a Film Commission Torino Piemonte.

Alla presentazione odierna, in una sala affollata di colleghi e autorità, sono intervenuti tra gli altri, la Sindaca di Torino, Chiara Appendino, l’Assessore comunale  Alberto Sacco, l’Assessore Regionale Anna Poggi.

Mattatore della Conferenza stampa, ben calato nl ruolo di “bravo presentatore” Piero Chiambretti “la peste”, funambolico e spiritosissimo come sempre, che ha esordito con “sono il presidente dimissionario Sergio Toffetti”, per poi divertirsi da par suo a stuzzicare le autorità presenti con domande finte “scomode”, da par suo.
Largo dunque alla cd. Settima arte, diventata grande a Torino, Museo del Cinema, un capolavoro artistico, pieno di cimeli stori, ogni anno meta di visitatori d’ogni dove, la Film Commision Torino Piemonte tra le prime ad essere costituita a livello nazionale, è stata la prima ad operare sul territorio nazionale con lo scopo, ieri come oggi e sicuramente domani, di promuovere la Citta Capoluogo e la nostra Regione, per attrarre sul territorio produzioni cinematografiche e televisive internazionali e nazionali.


E sarà un Festa di Cinema lunga un anno, piena di eventi, proiezioni, anteprime, mostre, in ogni dove, diffusa in tutta la città, attraverso look of the city “I luoghi del Cinema”.


Possiamo ben dirlo, il cinema contaminerà anche gran parte della programmazione culturale della già capitale del Regno d’Italia: numerosi gli appuntamenti OFF in programma nel corso dell’anno in occasione dei principali eventi cittadino, dal Capodanno in Piazza al Torino Jazz Festival, da Artissima a Mito Settembre Musica, dal Salone del libro a tantissime altre iniziative.

Opening assoluto il 21 novembre 2019 alle ore 19 col taglio del nastro all’installazione dedicata a Torino Città del Cinema, che potremo ammirare in piazza Castello per tutto l’anno 2020.
E si continua nella giornata inaugurale, anzi, serrata, alle 21 con il prestigioso concerto a cura dell’Orchestra del Teatro Regio di Torino, diretta dal Maestro Alessandro Molinari, Prendete Posto Inizia il film. Saranno eseguite, per l’occasione, brani delle colonne sonore che han fatto la storia del nostro cinema, omaggiando la grandezza dei nostri principali compositori. Le musiche eseguite, saranno accompagnate delle immagini più significative dei film cui si riferiscono.

L’evento è ideato dalla Città di Torino, realizzato dalla Fondazione per la Cultura Torino in collaborazione con Teatro Regio, Associazione Compositori Musica per il Film, il museo Nazionale del Cinema e, come partner, l’Istituto San Paolo, anticipa di un giorno la 37ma edizione del TFF Torino Film Festival che inaugura il giorno successivo.

Tantissimi gli eventi collaterali in programma, per il programma completo non ci resta che rimandarvi al sito ufficiale www.torinocittàdelcimema2020.it, augurandovi una buona visione. E, ovviamente, invitandovi a rimanere connessi al nostro sito per i puntuali aggiornamenti che non mancheremo di pubblicare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *