Italia: eliminazione cocente, ma meritata

 

Di Ermano Eandi

Il campionato è da poco finito, il Mondiale è alle porte, una avvincente kermesse che però vede estromessa l’Italia, fortunatamente anche quest’anno alla nostra nazione lo sport ha riservato alcune gioie.

Chiediamo a Xavier Jacobelli  (direttore del Tuttosport) la sua autorevole opinione sul Mondiale e lo sport italiano.

Direttore, un Mondiale senza Italia, che tristezza, di chi è la colpa?

È una delusione cocente! Però è stata una eliminazione assolutamente meritata, perché  la gestione di Ventura ha mandato allo sbaraglio una squadra che doveva giocarsela in modo diverso, non soltanto con la Spagna, ma soprattutto nel doppio spareggio con la Svezia. È una lezione severa, ma giusta,  comunque questo mondiale sarà molto interessante”

Invece l’Italia femminile va ai Mondiali…

Dopo vent’anni.  Questo è il premio a alla gestione di Tavecchio  che, pur avendo commesso parecchi errori,  ma ha avuto il merito di promuovere lo sviluppo del calcio femminile, di credere nella possibilità che la Nazionale potesse raggiungere questo importante obbiettivo. C’è un movimento in pieno sviluppo, lo dimostra il fatto che la Juventus,  la Fiorentina e il Milan e altri  clubs professionistici vogliono potenziare il proprio settore femminile e questo è molto importante,  il volano della qualificazione è foriero di grandi segnali di progresso”

Una grande sorpresa è stato il  tennis ….

Cecchinato in semifinale al Roland Garros dopo quarant’anni è  stata una impresa memorabile, che fa il paio con il successo storico della Schiavone. Avere tre giocatori italiani nei primi cinquanta è un segnale importante. “

La Juventus  vince tutto ma non vince in Europa, il Torino non vince nulla e non va in Europa, come mai?

“La Juventus cercherà anche quest’anno di infrangere questo  tabù, però e altrettanto vero che da sette anni in ambito italiano nessuno le ha tenuto testa,  i nuovi colpi di mercato  come Emre Can e Perin  dimostrano la ferma volontà del club di vincere  la Champions primo obbiettivo. Per il Torino, credo che le buone intenzioni della Società si misureranno dallo spessore della qualità della campagna acquisti,  l’anno scorso il Toro se avrebbe voluto avrebbe potuto fare molto di più,  adesso i tifosi granata si aspettano un grande mercato e una grande squadra”.

Chi vincerà il Mondiale?

“Si dice che ventidue uomini inseguono un pallone e poi vince sempre la Germania! Penso che la Germania parta favorita, però mi aspetto un grande mondiale dal Brasile e dall’Argentina

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *